Green Pass e lavoro da casa

Ci teniamo a fare un chiarimento per le domande che ci arrivano sul sito. Il Green Pass per tutti i lavoratori pubblici e privati, obbligatorio dal 15 ottobre, non può riguardare tutti quei professionisti e partite iva che lavorano regolarmente da casa. Il contestato proveddimento, infatti, riguarda l’accesso ai luoghi di lavoro e la casa non può essere considerato tale. Per luogo di lavoro si intende una sede fisica presidiata da un varco che consente il controllo del lasciapassare, ma chi lavora full remote come unica modalità non può essere soggetto a questo provvedimento.

Chi invece regolarmente lavora in un ufficio, non può automaticamente andare in smart working per evitare di sottostare all’obbligo. La discussione è ancora in corso ma questa sarà probabilmente la linea. Se il datore accetta lo smart working, non c’è accesso al luogo fisico di lavoro e quindi l’obbligo di Green Pass non sussiste. Questa la nostra interpretazione che preghiamo tutti di non prendere come tale e non come fonte informativa ufficiale.

Share

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.