Vaccinazioni ai bambini sospese in Uruguay perché considerate pericolose

Ordinata la sospensione immediata di tutte le vaccinazioni anti-covid in Uruguay per i minori di 13 anni perché le autorità non sono in grado di rispondere alle domande di cittadini e medici.

Finché i contratti non saranno pubblicati integralmente, dice il giudice Alejandro Recarey che ha firmato la sospensione, ogni inoculazione sarà sospesa in tutto il paese. Questi contratti devono includere anche la lista completa di tutte le sostanze presenti nelle sostanze da somministrare e questo è necessario per fornire un vero consenso informato ai cittadini. Che è quanto in Italia non è mai accaduto.

Anche i benefici e gli effetti avversi e le possibili controindicazioni devono essere completamente comunicate, aggiunge il giudice, prima di ogni somministrazione. Altrimenti la campagna non può continuare.

Come cavie da laboratorio gli Italiani si sono comportati in modo esemplare, ma a quanto pare non tutti i paesi hanno deciso di seguire la stessa strada.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.